Con tradizione verso il piacere per il vino

Cantina Gries
Nel 1908, 30 agricoltori di Gries decisero di fondare una cooperativa vitivinicola, raggiungendo ben presto l’obiettivo di vinificare e commercializzare il Lagrein, un vitigno altoatesino autoctono.
Al termine della seconda guerra mondiale, la cantina Gries è riuscita ad affermarsi sul mercato tedesco con la produzione del Lagrein Kretzer (rosato).
Nonostante i tempi turbolenti degli anni ‘70 e ‘80, difficili per le vendite, questa cantina è riuscita persino ad aumentare il fatturato del Lagrein, suo cavallo di battaglia, e ad affermarlo ulteriormente sul mercato, passando da una produzione quantitativa a una orientata alla qualità.

Cantina Santa Maddalena
Nel 1930 a Santa Maddalena, 18 viticoltori si riunirono in una cooperativa vitivinicola al fine di migliorare la commercializzazione dei propri vini. Fino alla fine degli anni ’70, riuscirono con successo a produrre da uve Schiava un vino abbastanza corposo, il Santa Maddalena, divenuto la varietà principale, incrementando notevolmente le esportazioni. Nel 1971, la delimitazione e la rivalutazione del territorio di Santa Maddalena in seguito al disciplinare DOC furono decisive. Con l’inizio della crisi della viticoltura, la Cantina Santa Maddalena ha dovuto intraprendere nuove strade. Nonostante la crisi, il miglioramento costante della qualità ha reso il Santa Maddalena uno dei vini più diffusi in Alto Adige e in tutta l’area germanofona.

Con tradizione verso il piacere per il vino